spot_img
5.1 C
Verona
domenica, 27 Novembre 2022
spot_img

Il punto sui play-out: gare di andata

spot_img
spot_img

In Promozione, nel girone “A”, finisce 1 a 1 a Povegliano il match di andata tra le “libellule” biancazzurre del diesse Flavio Dal Santo e di mister Lucio Beltrame e l’Audace calcio del mister e chef di alto bordo Matteo Biroli. Apre le marcature, direttamente dal dischetto, il sanmichelato bomber classe 1996 Luiz Henrique Herber, chiude il tabellino dei marcatori il classe 1991 Giacomo Vincenzi che nei minuti finale riporta il risultato in parità. Domenica 5 giugno 2022 alle ore 17.00 la partita di ritorno al “Tiberghien” di S.Michele Audace Calcio – Povegliano che scriverà il verdetto definitivo. In caso di parità si va ai supplementari e l’ulteriore parità darà la salvezza ai rossoneri del Presidente Roberto Purgato per la miglior posizione in classifica raggiunta al termine del campionato. Sempre in Promozione, ma nel girone “B”, l’Alba Borgo Roma del nuovo trainer Agostino Napoli (allenatore degli Allievi Regionali giallo-rossi), viene accecata – 1 a 0 – dai vicentini del New Prix Marola (di Torri di Quartesolo) guidata da mister Luciano Marcolongo, ora in vantaggio nella lotta per la salvezza. Per i bianco-viola berici decide il rigorista e difensore classe 1997 Marco Corà, verso i primi minuti della ripresa. Gara piuttosto caustica, visti i 4 rossi comminati – 3 a fine gara! – rispettivamente ai marolesi Giacomo Gemo, difensore, ai fratelli centrocampisti Farid e Bader Rom, e, infine, al portiere Federico Secco. Peccato per la traversa colpita a pochi spiccioli al termine dal borgo-romano Carlos Roberto Savi (2000). Ma, la sfida per non retrocedere si preannuncia interessante domenica prossima all'”Esterino Avanzi”. I giallorossi del presidente Fabio Venturi, in caso di vittoria con un gol di scarto, al termine dei 120 minuti, si salvano per la miglior posizione in classifica.

Scendendo di un gradino e portandoci in Prima categoria, nel girone “A”, finisce 0 a 0 a Fumane, tra il Valpolicella del trainer lupatotino Massimiliano Canovo e l’Atletico Vigasio del collega della panca Stefano “Tiziano” Ferro. Sugli scudi l’estremo difensore vigasiano Bertasini, duemillenario ed ex Boys Buttapedra, il quale ha detto di no alle pericolose incursioni dei valpolicellesi, salvando così l’adrenalina da consumare nella gara di ritorno domenica prossima a Trevenzuolo. In caso di parità dopo i supplementari si salvano i biancazzurri vigasiani del presidente Gianfranco Pozza. Nel girone “B”, dove si è giocato l’unico match di ritorno della giornata, si è assistito ieri pomeriggio al “Leo Todeschini” di Zevio, tra i bianco-neri di mister Andrea Danese e l’Albaredo Calcio di mister Silvio Donadello, ad una partita combattuta fino all’ultimo fiato, ricca di colpi di scena e pregna di tantissimo pathos. C’era mezzo mondo dilettantistico ad affollare le tribune degli impianti sportivi zeviani, e lo spettacolo ha ripagato la loro folta presenza. Si portano in vantaggio gli albaretani del presidente Christian Rigon grazie al “rosso” ex albaronchesano, Edoardo Zamperlini, classe 2001. Il quale, non molto più tardi, vede sfumare sulle braccia di Graçiano René Pedrelli il calcio di rigore del possibile 0 a 2 – l’andata era terminata sull’1 a 2 per i bianco-neri – e della momentanea salvezza. Poi, sale in cattedra il duemillenario, ex Oppeano, Cristian Rogano, il quale griffa due “perle” magistrali, due prodezze balistiche di rara bellezza: prima il preciso tocco di sinistro, poi, la rovesciata al volo di prima intenzione, quella del 2 a 3 albaretano. Lo Zevio, sconcertato, risponde con l’uno-due firmato da Giulio Zenari (1997) e Matteo Bellamoli (classe 2001) in gol con un colpo di testa imperioso, ma è ancora l’Albaredo con l’esperto difensore classe 1985 ex San Peretto Filippo Zumerle a mandare in visibilio la calda tifoseria albaretana, capitanata da un incontenibile Rigon. A.C. Zevio, che scende malinconicamente in Seconda categoria (a far compagnia a Olimpia Ponte Crencano e Bonaldo S.Stefano), anche se con i suoi splendidi impianti, in cui si vede ancora la firma del compianto costruttore edile Ottavio Pasquali, potrebbe essere riammessa per meriti al Torneo di Prima categoria.

Nel campionato di Seconda categoria, dove nei quattro gironi veronesi si è ricorso ad un solo spareggio salvezza, e precisamente nel girone “B”, anche qui, lo scontro tra l’U.S. Cadore di mister Massimo Zito e il Saval Maddalena dell’omologo Edgar Fasola Genovesi termina in parità, 1 a 1, frutto dell’illusorio vantaggio siglato verso la mezz’ora del primo tempo dall’attaccante giallo-rosso savalese classe 1993 Alberto Mazzacani e del pareggio definitivo raggiunto nella ripresa dal difensore nero-verde cadorino Riccardo Giorgianni, classe 1996. Domenica prossima 5 giugno alle ore 17.00 si giocherà la gara di ritorno Saval Maddalena – Cadore al Campo Comunale di Via Marin Faliero nel rione Saval. In caso di parità si va ai supplementari e l’ulteriore parità al termine dei 120 minuti di gioco regalerà la salvezza ai giallorossi locali del Presidente Flavio Massaro per la miglior posizione in classifica raggiunta al termine del campionato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi altro ...

spot_img

Ultime notizie

spot_img
spot_img